GRAN BALON DOMENICA 11 DICEMBRE 2016NEWSLETTER

L'ora del té

UN FISCHIO

UN FISCHIO......
30 settembre 2013 alle ore 16.21
Un  fischio  

Un fischio – ed è il postino, il lungo, che mi posa i pacchetti dal cortile al balcone. Attendo qualcosa  dalla  laguna – da Venezia squamata nel sole timido di maggio. "Un pacco", chiedo e il pacco appare dal borsone postale. "Quello che aspetti?" Riconosco il mittente,  che risiede in una via dal buon nome augurale. E il postino è contento, il postino del Borgo sulla sua motoretta, il postino-cicogna che ha deposto le uova, che attendevo da tempo, come il bianco dei fiori nei susini cinesi. Ed il Gianni è contento e già pensa "Gli darò la bottiglia di grappa che ho comprato al paese". La cagna sulla strada del ritorno è fidente e mi lecca con trasporto le mani, la ragazza consente che l'amianto di Valle definisce il futuro dei bambini a venire. "Non ho figli, per questo, ma magari ne adotto, un bambino che fiuti la vita tra quei troppi che vita non hanno". Come sempre. Un respiro, un saluto e i discorsi caduti quali foglie nel vento: un zazen deambulante.  
 
2013
Gianni Milano